Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Per una strana coincidenza mi sono accorta che le ultime 4/5 ricette di conservazione che mi restano da pubblicare appartengono tutte ad amiche di diversa nazionalità, il che rende questo fine mese internazionale nel preservare i prodotti per l’inverno. Qui negli USA ho imparato a mangiare il cavolo cappuccio e il cavolo rosso crudi – tagliati a striscioline – con carote e una salsa di miele e aceto con l’aggiunta di maionese veramente buona. Lo chiamano “coleslaw” ed è preferito anche dai medici che non finiscono mai di decantare le virtù della famiglia dei cavoli nella prevenzione del cancro in generale.

Quella che segue è la ricetta della verza sott’olio, che non sono i crauti tedeschi anche se la ricetta mi arriva da una amica di Monaco di Baviera . Vi consiglio di provarla perchè è buonissima e risolve tanti problemi di contorno. Alla fine della ricetta trovate anche due foto che vi danno un paio di suggerimenti per servirla: un panino con pomodori ,prosciutto cotto e verza sott’olio , oppure come contorno ad una costoletta di maiale con patate. Inoltre, se riuscite a trovare il cavolo rosso potete seguire lo stesso procedimento per conservare anch’esso.

INGREDIENTI ED ISTRUZIONI

verza (o cavolo rosso) – cipolle – chiodi di garofano – alloro – bacche di ginepro – pepe in grani – sale – aceto – olio d’oliva

Sfogliate i cespi di verza e scartate le foglie esterne, scegliendo solo le foglie più belle e sode. Lavate benissimo le foglie sotto acqua fredda corrente e mettete a sgrondare. Mettete al fuoco una pentola con acqua e aceto (1 lt di acqua con 1 litro di aceto) e 50 gr. di sale e portate ad ebollizione. Nel frattempo tagliate la verza a striscioline e steccate un paio di cipolle con qualche chiodo di garofano. Quando la soluzione acidulata bolle versatevi le striscioline di verza, le cipolle, l’alloro, le bacche di ginepro e i grani di pepe, e fate cuocere per 8-10 minuti. Scolate la verza  su un canovaccio pulitissimo e scartate tutti gli altri ingredienti. Appena sarà fredda distribuitela nei vasi puliti e asciutti fino ad un cm dall’orlo. Riempite i vasi di olio e chiudeteli ermeticamente. Sterilizzate i vasi per 30 minuti, contando dall’inizio del bollore e poi fate raffreddare nella stessa acqua. Quindi asciugate ed etichettate i vasi con data e contenuto e riponete in luogo asciutto,buio e fresco. Consumate entro l’anno.

About these ads