Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 25.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 9 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Storie di gatti e di crostate………….

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quello a sinistra si chiamava Natalino perchè era arrivato poco prima del Natale 1999 insieme ai suoi fratellini Pasqualino (quello che dorme) e Lucia, la gatta nera in primo piano. Ce n’è anche un’altra che si chiama Cali ed è di tutti i colori. I tre fotografati qui sopra se ne sono andati in pochissimo tempo l’uno dall’altro: Pasqualino e Natalino ad Agosto e Lucia a fine Ottobre. Si ha un bel dire che sono “solo” animali, che ormai avrei dovuto farci il callo, che almeno hanno avuto una vita felice invece di stare in strada. Continuo ad accorgermi che alla morte non ci si abitua mai, animali od umani in ugual misura. Sono sempre pezzetti di cuore che si spengono, è una pioggia interiore che bagna la migliore intenzione di serenità e di sole. Mi mancano come mi manca mio padre e come mi mancano quelli che se ne sono andati prima di loro. Io e Cali ci guardiamo in giro molto spesso perchè ci sembra che siano ancora qui…ed io mi ritrovo a consolare questa piccola, fragile gattina che non ha più punti di riferimento con cui dormire o giocare. Lei mi guarda e non comprende perchè io non gli restituisco i suoi fratelli andati dal veterinario nel trasportino e mai più tornati a casa……..E’ dura essere un umano, a volte.

*****************************************************************

Crostata pere e frangipane

Crostata di pere e crema frangipane      (8)

Per la frolla: 300 gr farina – 150 gr burro – 100 gr zucchero a velo – 2 tuorli d’uovo – un pizzico di sale – qualche cucchiaio di acqua gelata (se necessario)

Per la crema frangipane: 100 gr farina di mandorle – 1 tuorlo – 100 gr burro morbido – 120 gr zucchero – 30 gr farina

In più: 4 pere non troppo mature – 100 gr zucchero – 2 cucchiai di vaniglia – una tazzina da caffè piena di acqua

Pelate le pere e fatene fettine regolari dai quarti a cui avrete tolto i noccioli interni. Tenete le fettine in acqua acidulata per evitare che anneriscano.Portate ad ebollizione l’acqua e i 100 gr di zucchero e la vaniglia, fate bollire un paio di minuti e poi spegnete il fuoco. Unite a questo sciroppo le fettine di pere e mescolate ogni tanto mentre si raffreddano.

Mettete nella planetaria di un mixer la farina, lo zucchero a velo, il sale e il burro a pezzetti piccoli e ben freddo. Lavorate velocemente finchè risulti un composto sabbioso, poi aggiungete i tuorli e – solo se l’impasto fosse troppo secco – qualche cucchiaio di acqua gelata, uno per volta.

Stendete la pasta in una sfoglia di uno spessore di mezzo cm e foderate una teglia per crostate. Quando pronta bucherellate il fondo della sfoglia con una forchetta e fate riposare in frigo mentre preparate la frangipane.

Mettete zucchero e burro morbido nella planetaria e cominciate a lavorarlo, unite poi il restante tuorlo e poi aggiungere le due farine mescolando bene.

A questo punto stendete la crema frangipane sulla pasta bucherellata e poi aggiungete le fettine di pere sgocciolate dallo sciroppo di zucchero in maniera che si sovrappongano leggermente una all’altra e formando una composizione gradevole.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° e in modalità ventilata per 30 minuti ( 45 minuti a forno statico).

PICCOLA NOTA: lo sciroppo di zucchero avrà acquisito l’aroma delle pere.Usatelo nel tè, nell’acqua, o solo per farcire una torta. Si mantiene in frigo per almeno 2 settimane.

 

Stagioni…………………

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

per dipingere14

Giorni, settimane e mesi trascorrono come se volassero…..non fai in tempo a trattenere un’emozione che è già domani……………è già pioggia, fresco, vetrine che si accendono e colori che diventano più caldi………….è già corsa……….è già passato…..

E allora ricordiamola l’estate……………….

****************************************************************

spaghetti al tonno marinato

SPAGHETTI AL TONNO MARINATO  ( 4 )     a gentile richiesta…………

300 gr tonno fresco – 350 gr spaghetti – 1 bicchiere vino bianco –  2 scalogni – 1 foglia di alloro – 200 gr pomodori datterini – 5 cucchiai olio d’oliva – una manciata di pistacchi tritati – qualche foglia di menta

 Mettete il tonno in una pentola con il vino bianco, mezzo bicchiere di acqua, sale e grani di pepe, la foglia di alloro. Fate cuocere a fuoco moderato per 5 minuti dall’inizio del bollore. Spegnete, fate raffreddare e tagliatelo a cubetti.

In una larga padella mettete l’olio d’oliva, gli scalogni affettati sottili e fate imbiondire. Unite poi i datterini tagliati a metà e regolate di sale e pepe. Dopo 10 minuti unite il tonno e spegnete il fuoco.

Cuocete gli spaghetti al dente (riservando un po’ di acqua di cottura) e un minuto prima della cottura scolateli e uniteli alla padella con il tonno. Saltate il tutto anche con l’acqua di cottura e poi servite con una spolverata di pistacchi e le foglioline di menta a decorare.