Tag

, , , , , , , , ,

Dopo la maratona di tre grandi giornate in cucina, nessuno ha voglia di destreggiarsi ancora tra i fornelli, specie sapendo che tra meno di una settimana si ricomincia.La mamma non era da meno ed era riuscita a crearsi dei piatti – per lo più zuppe gustosissime – con un tocco di leggerezza, che aiutavano la transizione verso il prossimo cenone e il successivo pranzo di Capodanno.

Vi dò le ricette così come lei le serviva.Naturalmente, potete mischiarle tra loro o aggiungere piatti di vostra fantasia: la cucina non è altro che una tela su cui ciascuno può esprimere la propria creatività.

ZUPPA DI LATTUGA     (4  persone)

2 cespi di lattuga a foglie lunghe – 1 patata media – 2 coste di sedano – 200 gr di spinaci – 1/2 cipolla – 2 cucchiai di olio d’oliva – sale e pepe (oppure dadi per brodo)

Pane casareccio – formaggio emmenthal

Pulite e lavate bene le lattughe e gli spinaci. Mettete l’olio in una pentola e fate soffriggere la mezza cipolla tritata sottile, dopo qualche minuto aggiungete tutte le verdure tagliate a pezzi piccoli, il sale e il pepe oppure i dadi, e coprite con tanta acqua quanta ne basta perchè le verdure siano sommerse. Fate cuocere per almeno una ventina di minuti. Poi la mamma passava tutto alla molinetta, io oggi uso il frullatore ad immersione. Poco prima di servire la zuppa, abbrustolite al forno delle fette di pane casareccio con sopra del formaggio emmenthal e ponetene una o due fette per ciascuna fondina di minestra. (volendo, cuocete a parte del riso o della pasta e aggiungeteli alla zuppa, invece del pane).

Di solito questa zuppa era seguita da una insalata mista composta di diverse verdure (per es: rucola,spinaci,radicchio,pomodori,finocchi) condita con sale,olio e aceto.Chiudeva poi il pasto una buona macedonia di frutta aromatizzata da zucchero e limone.

Annunci