Tag

, , , , , , , , , , ,

Prima di scrivere le ricette per il grande banchetto di fine anno, consentitemi un caloroso ringraziamento a tutti coloro che hanno visitato questo sito. Oggi è solo un mese che ho cominciato a raccontare di ricordi,di famiglia e di ricette e sono piacevolmente sorpresa dell’interesse e del seguito che questa iniziativa ha riscosso. Veramente un grazie di cuore alle migliaia di persone che sono transitate da qui e alle poche che hanno lasciato il segno -con un commento o un saluto- del loro passaggio. Spero che tornerete e che parliate ai vostri amici di questo lavoro di omaggio al passato che ho intrapreso. Grazie ancora…

 

Andiamo quindi a preparare il cenone di S.Silvestro

RISOTTO DI MARE     ( 4 persone)

300 gr riso Arborio – 4/5 calamari – 1 kg tra cozze e vongole veraci (quelle con la lingua rossa) – 1/2 kg gamberi sgusciati – 2 spicchi aglio – 1/2 bicchiere olio d’oliva – 1 bicchiere vino bianco – 15/20 pomodori ciliegini – sale – prezzemolo – peperoncino

Mettete in acqua molto salata le vongole per almeno 2 ore.Lavate e spazzolate bene le cozze.Mettete i gamberi in acqua e sale. Pulite e tagliate a rondelle i calamari (inclusi i tentacoli). In una pentola larga e bassa mettete un paio di cucchiai di olio, 1 spicchio d’aglio e quando questo comincia ad imbiondire versate nella pentola le cozze e le vongole scolate, aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e qualche cucchiaio di acqua.Coprite e lasciate aprire i frutti di mare con il calore. Quando saranno tutti aperti, spegnete il fuoco,mettete da parte i frutti di mare e filtrate il brodetto che vi servirà dopo,(dovrete averne almeno un litro. Se così non fosse,allungate con acqua e un dado di pesce – ciò vi dispensa dal fare un brodetto con altro pesce). In un’altra pentola mettete il resto dell’olio,l’altro spicchio di aglio e un pizzico di peperoncino.Quando l’aglio comincia a colorire, toglietelo e buttatelo.Aggiungete all’olio i calamari, i gamberi e il riso e fate soffriggere per qualche minuto. Bagnate con il resto del vino bianco ( lo spumante è eccezionale a questo punto!!)e unite i pomodorini tagliati a metà. Fate andare ancora un po’ e poi cominciate ad aggiungere il brodetto filtrato a un mestolo alla volta e continuate la cottura come un normale risotto per una ventina di minuti o poco meno. Potete spegnere il fuoco intorno ai 18 minuti,unire i frutti di mare NATURALMENTE sgusciati (tenetene solo alcuni per decorazione dei piatti),girare e fare riposare. Al momento di servire spolverizzare con prezzemolo fresco tritato.

Una aggiunta interessante è un cucchiaio di panna da cucina, a fuoco spento e prima di unire vongole e cozze, per mantecare: dà una certa dolcezza che bilancia il peperoncino. Non è tradizionale e i puritani della tavola “arricciano” il naso. Personalmente, penso che non sia troppo male e mangio entrambe le versioni.

 

 CALAMARI RIPIENI     (4  persone)

8 – 12 calamari (dipende dalla grandezza di ciascun calamaro – calcolate 2 medi o 3 piccoli a persona) – una decina di gamberi medi o grandi – 2 alici sott’olio – 2 spicchi aglio – 1 uovo – 1 limone – pepe – pane grattugiato – prezzemolo – rosmarino – olio d’oliva – 1 bicchiere di vino bianco

Pulite i calamari e staccate i tentacoli che userete nel ripieno.Spruzzate di limone le sacche e fatele riposare. In una ciotola mettete i gamberi e i tentacoli a pezzetti, l’aglio,le alici e il prezzemolo tritati, l’uovo, la buccia grattugiata del limone e tanto pane grattugiato quanto ne prende l’impasto per ottenere un composto morbido e umido ( nel caso fosse troppo secco usate un altro uovo o qualche cucchiaio di latte). Scolate le sacche e riempitele con il composto,chiudendole poi con ago e filo da cucina o con stuzzicadenti. Oleate una teglia e adagiatevi i calamari, spennelateli con olio di oliva,pepe e rosmarino e fateli cuocere sotto il broil per 20 minuti rigirandoli una volta. Oppure aggiungete alla teglia il vino bianco e fate cuocere per 40 minuti a 180 gradi. ( anche se vi sembra strano, il rosmarino con i calamari è decisamente una grande accoppiata!!).Non menziono sale a causa dei filetti di alici.L’assaggio vi sarà di aiuto.

 

CERNIA AL FORNO     ( 4 persone )

4 filetti cernia – 100 gr pane grattugiato – 50 gr parmigiano grattugiato – 2 spicchi aglio – 30 gr capperi dissalati – sale e pepe – olio d’oliva – burro

Mescolate il pane con il formaggio,l’aglio tritato finissimo,i capperi tritati, il sale e il pepe. Imburrate la carta da forno che fodera la vostra teglia e adagiatevi sopra i filetti di cernia. Coprite ciascun filetto con un po’ della panatura preparata. Irrorate con un filo d’olio e infornate a 180 gradi per mezz’ora. Buonissimi anche freddi, come altrettanto i calamari di cui sopra!

 

 

 

SPIEDINI DI PANETTONE

Tagliate dei cubi di panettone di 2 cm di lato. Sciogliete della cioccolata fondente nera con uno o due cucchiaini di latte. Sciogliete allo stesso modo anche della cioccolata bianca. Infilzate con uno stuzzicadenti un cubo di panettone, bagnatelo con un po’ di caffè espresso forte e tuffatelo nella cioccolata nera per ricoprirlo tutto. Infilzate un altro cubo di panettone e bagnatelo con un liquore tipo Bailey’s e poi tuffatelo nella cioccolata bianca.Preparatene un bel po’ perchè piacciono molto. Mettete questi spiedini su una carta forno o alluminio su un vassoio per asciugare in freezer (o, viste le temperature di quest’anno, sul balcone). Prendete poi dell’ananas tagliata a cubetti e dei mezzi spicchi di arancia e fateli marinare con Grand Marnier,acqua e zucchero. Infilzateli poi su spiedini grandi alternandoli con i cubi di panettone.

Preparate un vassoio con gli spiedini di frutta e decorate con i mini spiedini alle due cioccolate.

 

 

Annunci