Tag

, , , , , , , , , , ,

Qui in America, quando si va al ristorante, esiste una procedura tutta particolare di ordinare ciò che si sceglie. Se, per esempio, ordinate una bistecca, vi verrà chiesto a che temperatura la volete ( cioè al sangue,rosata o ben cotta) e poi c’è tutto un corollario di contorni che è incluso nel prezzo e vi verrà portato al tavolo nel frattempo che la vostra bistecca si cuoce.Così giungeranno stuzzichini, pane, insalata e quant’altro serve per tenere le mascelle occupate ed ordinare da bere.

Quando decidi di aprire un ristorante, devi adeguarti a ciò che il cliente si aspetta, pur mantenendo il tuo stile. Fatto sta che, quando pensammo di aprire un ristorante “veramente” italiano (dove io e la mamma cucinavamo) dovemmo inventarci qualcosa di più del semplice pane e olio d’oliva con origano servito in cosidetti ristoranti italiani della zona che di italiano hanno solo il nome e, talvolta, neanche quello.

Il ristorante lo abbiamo chiuso nel 2002, ma in questa parte della Florida ancora si parla del nostro antipasto di funghi, di primi-secondi-contorni e dolci ineguagliati e delle scorzette di arance che arrivavano al tavolo come digestivo. Qualche affezionato cliente ancora mi telefona per qualche evento particolare e sono sempre fiera di poter cucinare per coloro che hanno apprezzato la mia passione culinaria prima del sapore dei miei piatti. Mi fa piacere condividere qualche piccola ricetta ( e altre ne verranno…)

ANTIPASTO DI FUNGHI

500 gr di funghi champignon – 2 spicchi di aglio – prezzemolo – 1 limone – 2 cucchiai di aceto balsamico – sale e pepe – 1/2 bicchiere di un buon olio di oliva

Pulite con un panno umido i funghi e tagliateli a fettine sottili. Metteteli in una terrina capiente. Unite sale e pepe, la scorza del limone grattugiata e il succo del limone,gli spicchi di aglio sminuzzati e il prezzemolo,l’aceto balsamico e l’olio d’oliva. Mescolate bene affinchè i funghi siano completamente ricoperti dagli aromi. Lasciate riposare per qualche ora. Al momento di servire, abbrustolite delle fette di pane e servitele con cucchiaiate di funghi appassiti nell’olio.

INSALATA  SAPORI MEDITERRANEI

2 cipolle – 2 arance – 1 finocchio – 1 radicchio piccolo – 1 lattuga piccola – olio d’oliva – limone – sale e pepe – 1/2 bicchiere aceto balsamico

Affettate finemente le cipolle e mettetele in una padella con sale,pepe,qualche cucchiaio di olio di oliva e 1/2 bicchiere di aceto balsamico. Fate cuocere a fuoco moderato finchè le cipolle non si saranno caramellizzate (cioè scure,dolci e non bruciate). Toglietele dal fuoco e fatele raffreddare.Grattugiate la scorza del limone. In un piatto di servizio tagliate sottilmente il radicchio,la lattuga e il finocchio.Condite con sale,olio e succo di limone.Mescolate bene. Pelate al vivo le arance e aggiungetele all’insalata unendo anche le cipolle caramellizzate.Spolverate con pepe e la scorza del limone grattugiata e servite. ( con un petto di pollo arrostito e spezzettato,questa insalata diventa un eccellente piatto unico leggero e digeribilissimo).

SCORZETTE DI ARANCIA

5  arance tarocco – 675 gr zucchero – 50 gr di succo di limone – 1 litro d’acqua

Pelate grossolanamente le arance, nel senso di prendere la scorza,la parte bianca e anche un po’ di frutto. Tagliate poi queste scorze in striscette da un centimetro. Mettetele a bollire in acqua per un paio di minuti. Scolate e sciacquate e ripetete la bollitura di due minuti per 3 volte. Poi, mettete il litro d’acqua in una pentola, aggiungete lo zucchero e il succo di limone e portate a bollore.Quando bolle unite le striscette di arancia, abbassate il fuoco,coprite SOLO parzialmente e cuocete per un ‘ora. Togliete dal fuoco,scolatele e fatele raffreddare e asciugare su una gratella per uno o due giorni. Prima di conservarle in un contenitore passatele nello zucchero…………..o nella cioccolata ( ma dovremmo essere a dieta,dopo le feste!! ….o no? )

Annunci