Tag

, , , , , , , , , , ,

Nell’ultima settimana la Florida ha registrato temperature sottozero come non accadeva da almeno un secolo. Che tutto il mondo è uguale a un piccolo paese è vero anche nelle abitudini gastronomiche che ci spingono a ricercare e consumare, in giornate freddissime, zuppe calde accompagnate con il pane. Oggi mi sono cimentata in una rivisitazione del comfort food statunitense per eccellenza: la zuppa di pomodoro e il panino grigliato al formaggio. Avuta la entusiasmante approvazione del marito, che da sempre si presta a fare da cavia ai miei esperimenti gastronomici, ho impressione che d’ora in poi la mia versione della “tomato soup” rimpiazzerà quella famosa della Campbell che ancora resisteva in dispensa, quale aiuto nelle giornate di fretta, insieme a qualche altro raro prodotto che non parli italiano.

Ho, di questa zuppa, due versioni, quella invernale e quella estiva. Vi trascrivo entrambe le ricette e mi auguro che vi siano utili per una serata o un pranzetto veloce in perfetto stile made in U.S.A.

ZUPPA DI POMODORO      (versione invernale)    ( 4 persone )

2 carote piccole – 2 coste di sedano – 1/2 cipolla – 1 spicchio d’aglio – 8 pomodori medi maturi oppure 500 gr di polpa di pomodoro a pezzi – 1 dado vegetale – mezzo bicchiere d’acqua – mezzo bicchiere di panna da cucina – 3 cucchiai di olio d’oliva – sale e pepe – qualche foglia di basilico (anche congelata)

Pulite e tagliate a pezzetti le verdure. Mettete l’olio in una pentola e quando sarà caldo unite le verdure e fate soffriggere per qualche minuto.Aggiungete i pomodori a pezzi o la polpa, sale e pepe secondo il vostro gusto, il dado vegetale e l’acqua. Fate cuocere a fuoco moderato per almeno mezz’ora.Fate raffreddare un po’. A questo punto frullate tutto ( attenzione!! a non mettere troppo contenuto caldo nel frullatore! vi consiglio quello ad immersione). Una volta frullato tutto unite la panna e riportate ad ebollizione. Servire caldissima insieme a toast con prosciutto cotto e formaggio.

VERSIONE ESTIVA     (4 persone)

Stessi ingredienti meno l’acqua e il dado + un pesto al basilico

 Tagliate tutto a pezzetti e mettete sulla placca del forno.(naturalmente se usate la polpa di pomodoro tenetela pronta per il frullatore ma non infornatela).Spolverizzate di sale e pepe e condite con l’olio. Infornate a 200 gradi per 45 minuti.Fate raffreddare. Preparate un pesto al basilico (o usatene uno già pronto). Frullate i vegetali arrostiti, unite la panna ( e la polpa, se non avete usato pomodori freschi)frullate ancora un attimo e servite fredda con un cucchiaio di pesto per decorazione e qualche goccia di olio d’oliva. Crackers o sfogliette di parmigiano per accompagnare.

GOOD BYE, OLD FRIEND…da oggi, la mia interpretazione della zuppa di pomodoro rappresenta anche un piccolo omaggio alla mia terra d’adozione

Annunci