Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

 

Il protagonista indiscusso del periodo pre-pasquale è , senza alcun dubbio, il carciofo. Cucinato, preparato e servito in mille modi, nonostante la sua apparente ruvidezza, sa nascondere una tenerezza e una dolcezza talvolta inaspettate. Ho molte storie legate a questo vegetale e, pian piano, le trascriverò. Oggi, mi piace condividere la ricetta del Risotto ai carciofi che abbiamo appena terminato di consumare e che, solamente assaggiandolo, mi sa “parlare” di ricordi, di infanzia,di attese…

RISOTTO AI CARCIOFI     ( 4 persone )

300 gr riso Carnaroli – 8 carciofi – 2 spicchi d’aglio – un ciuffo di prezzemolo – mezzo bicchiere olio d’oliva – mezzo bicchiere vino bianco – 2 lt di brodo vegetale – sale e pepe – 30 gr burro

Pulite i carciofi dalle foglie dure esterne e tagliatene le punte. Divideteli a metà e immergeteli in acqua e limone per evitare che anneriscano. Fate scaldare il brodo. Mettete in una pentola larga e bassa l’olio e l’aglio tritato facendo cominciare a cuocere a fuoco bassissimo. Tagliate a fettine i carciofi e aggiungeteli all’olio caldo insieme al riso che farete leggermente tostare. Unite poi il vino bianco e fate evaporare. Regolate di sale e pepe e cominciate la cottura del risotto con mestoli di brodo, facendo assorbire il precedente prima di aggiungerne un altro. Dopo 16/18 minuti assaggiate il riso e, se la cottura è di vostro gradimento, unite il burro e mantecate il risotto. Spegnete il fuoco, fate riposare per qualche minuto e poi servite caldo.

NOTA: è difficile che ne rimanga per quanto è buono ma, se accadesse di averne cucinato in più, fatelo raffreddare poi formate delle palline che passerete in uovo e pangrattato e friggerete ( oppure adagiatele sulla placca del forno a 180 gradi per una decina di minuti finchè saranno dorate. Prima di servirle spolveratele di formaggio).

Annunci