Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

In questi giorni, in nessuna casa napoletana può mancare una colazione – o uno spuntino – con una fetta di casatiello salato, qualche fetta di salame e un pezzetto di ricotta salata.

Quando, nel rione Spiaggia, le case con un forno erano pochissime, le donne del quartiere preparavano i casatielli sugna e pepe e poi li portavano al fornaio che li infornava insieme al pane.Sarà anche una piccola cosa rispetto ad oggi, eppure quella piccola cerimonia raccontava la povertà e la condivisione insieme, la gioia della Pasqua e l’uguaglianza dei gusti in ogni casa. Il casatiello salato sa ” parlarmi” di Pasqua tanto quanto lo sa fare una pastiera di grano………….

CASATIELLO SUGNA E PEPE

Crescito di 24 ore (vedi articolo precedente) – 1 kg farina – 3 uova – 200 gr sugna ( o burro) – 250 gr salame e formaggio a dadini – un cubetto di lievito di birra – 30 gr pepe – un pizzico di sale – acqua tiepida

Sciogliete in poca acqua tiepida il cubetto di lievito.In una grande terrina ponete la farina e al centro mettetevi il crescito, il lievito sciolto,il sale,la sugna (o il burro) e le uova. Amalgamate benissimo tutto con le mani lavorando bene il composto e sbattendolo con la mano destra energicamente per incorporare quanta più aria possibile. Unite poi il pepe e il salame e formaggio, ottenendo un impasto morbido e appiccicoso che metterete in una teglia imburrata a crescere ancora.

 

Mettete a crescere in luogo caldo – e coperto – per almeno 3 ore. Poi infornate a 180 gradi( in forno preriscaldato) per almeno 45-60 minuti o finchè la torta rustica sia dorata come la foto che segue.

Fate raffreddare e poi servite con salame e ricotta salata oppure da solo: è sempre ottimo.

Annunci