Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Zia Concetta e zio Michele sono cugini della mamma ed avevano un grande appezzamento di terreno nella (allora!!!) periferia di Castellammare di Stabia denominata Ponte Persica. Coltivavano sia fiori che ortaggi e avevano le mucche per il latte: hanno rappresentato per me la mia esperienza diretta con la campagna e con il lavoro duro ma anche con la felicità pura delle cose semplici. 

Lavoravano a stretto contatto con i loro lavoranti senza alcuna distinzione e senza mai esimersi dagli stessi lavori che comandavano agli altri. Alla mattina – di solito verso le 10 – noi piccole e Fiorenza, la loro figlia più grande, preparavamo la colazione per tutti che erano già nei campi da ore. La tavola si imbandiva così di pane fresco, insalate di pomodori, salsicce e formaggi casarecci, verdure cucinate in varie maniere.Tutti seduti alla stessa tavola con l’allegria a fare da collante. Poi tutti al lavoro fino al pomeriggio inoltrato quando – dopo aver preparato il carico per il mercato ( garofani, lattughe,melenzane o peperoni o zucchine…….) ci si ristorava con una doccia, magari improvvisata dietro al fienile, e ci si sedeva a tavola a gustare quelle cene povere ma colme di gusto e sapore come non mi è più capitato di assaggiare nella vita.

So, tramite parenti e amici, che stanno tutti bene e mi piace salutare tutti da queste pagine con un omaggio che di questi tempi non può mancare e che, inevitabilmente e immancabilmente, mi fa pensare a tutta la famiglia Parmentola ogni volta che cucino i……..

CARCIOFI CON LE PATATE        ( 4 persone ) 

8 carciofi – 4 patate medie – 2 spicchi d’aglio – mezzo bicchiere olio d’oliva – prezzemolo – sale e pepe – un bicchiere d’acqua + (acqua e limone per immergervi i carciofi)

Togliere ai carciofi le foglie esterne e spuntarli, pulendone anche i gambi e lasciando solo le foglie tenere.Tagliarli in quarti e immergerli in acqua e limone per evitare che anneriscano. Pelare le patate e tagliarle a tocchetti medi, da un paio di centimetri. Mettere in una pentola sia i quarti di carciofi che i tocchetti di patate, aggiungere sale e pepe, poi olio e aglio, acqua e prezzemolo. Fare cuocere a fuoco moderato finchè i carciofi saranno teneri al tocco della forchetta. Si consumano caldi con del buon pane casareccio, ma io li mangio anche freddi e con qualsiasi tipo di pane. Sarà che mi piacciono i carciofi!!………..

Advertisements