Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi è stata chiesta spesso la ricetta per i cannoli siciliani con una riverenza che rasenta il timore. Nulla di più assurdo!, seguendo la ricetta passo per passo e facendo la massima attenzione all’olio bollente per la frittura delle cialde, si ottiene un prodotto egregio anche se si è principianti. Vi trascrivo la ricetta così come mi è stata insegnata dalla nonna Maria, le foto si riferiscono alla produzione di cialde per cannolo al nostro ristorante.

Per 20 cannoli : mezzo chilo farina – 60 gr sugna (burro) – 60 gr zucchero – 1 uovo intero +1 tuorlo – vino rosso q.b. – 3 lt olio per friggere – 6/8 cannelli di stagno o bambù per cannoli

Impastare bene tutti gli ingredienti e aggiungere tanto vino rosso quanto ne richiederà l’impasto per essere sodo ed elastico (dipende anche dall’umidità dell’aria.). Oleate i cannelli e fate dei dischi di pasta sottili.

Avvolgete ciascun disco di pasta intorno ad un cannello e chiudetene i lembi con dell’albume sbattuto.

 

Nel frattempo avrete portato a temperatura forte e in una pentola alta l’olio per la frittura. Immergete i cannelli nell’olio (CON ATTENZIONE E USANDO LE PINZE) con la parte attaccata per prima e friggete per pochi secondi per lato, finchè non vedrete le classiche bolle della pasta che si alzano sui cannoli mentre questi si dorano.

Poggiate su una carta assorbente e togliete i cannelli (che sono bollenti!) con attenzione e raffreddateli prima di riutilizzarli per altri cannoli.

La farcitura dei cannoli siciliani : mezzo chilo di ricotta di pecora asciutta – 350 gr di zucchero – un pizzico di sale – 50 gr scaglie di cioccolata fondente – 50 gr pistacchi di Bronte non salati e frantumati – essenza di vaniglia – (cedro a pezzetti, se piace – io non lo uso).

Ricordate sempre che per fare diventare dolce qualsiasi cosa bisogna utilizzare ………un pizzico di sale, altrimenti anche i chili di zucchero non renderanno mai dolce alcunchè.

Amalgamate bene il tutto e tenete in frigo costantemente. I cannoli vanno riempiti solo qualche attimo prima di essere consumati. La cialda è così sottile e fragrante che ospitando la ricotta per qualche tempo ne assorbe l’umidità. Servite sempre spolverati di zucchero a velo e cannella in polvere.

Annunci