Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Settembre è il mese in cui si raccoglie la colatura delle alici messe sotto sale tra Maggio e Giugno e la si conserva per spaghettate e condimenti vari. E’ il mese in cui si cominciano anche ad assaggiare le nuove alici conservate, ma per farlo c’è bisogno di una piccola preparazione:

Istruzioni

Togliete le alici dalla salamoia e scuotete bene per eliminare il sale che resta attaccato, poi tagliate via la coda. Mettetele in una terrina con abbondante acqua addizionata di aceto bianco, nelle proporzioni di 3 a 1 (3 bicchieri d’acqua con uno di aceto, per esempio), e lasciatele a bagno per almeno 12 ore. Trascorso questo tempo, dividete le alici a metà ed eliminate la lisca centrale, mettendole poi su un canovaccio pulitissimo ad asciugare tra le 8/10 ore. Quando le alici saranno ben asciutte, mettetele dentro vasetti di vetro puliti e asciutti aggiungendo qualche lamella di aglio e un po’ di prezzemolo tritato (oppure arrotolando le alici intorno a un cappero), ricoprendo il tutto con ottimo olio d’oliva. ATTENZIONE: si conservano in frigo per non più di un mese, quindi vi conviene prepararne una quantità limitata e rifare il processo quando esse terminano.

Servitele con pane caldo e olive oppure con formaggi . Una maniera particolare ma gustosissima di servire le alici sott’olio è con burro e fragole, nel senso di spalmare un po’ di burro su una fettina di pane,aggiungere un’alice e completare con mezza fragola: il contrasto di sapori saprà sorprendervi…

Advertisements