Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Papà adorava i cachi e ogni autunno riusciva a farsene delle scorpacciate incredibili. Molto spesso era la sola cosa che gradiva per cena, infatti li mangiava sia come frutta che come pasto (2), accompagnati  da noci e del buon pane casereccio. Sia io che la mamma non avevamo tutta questa predilezione per i cachi, sebbene

io – negli anni – ho poi imparato ad apprezzarli di più, preferendo la versione asiatica (senza noccioli e non troppo matura) che la mamma chiamava i Maltesi.

 

Il massimo della preferenza di papà per il cachi era quando toglieva la calotta al frutto, vi aggiungeva uno o due cucchiai di maraschino e poi vi sbriciolava qualche amaretto, consumando poi il tutto con un cucchiaino.

Quando cominciammo a servire anche la prima colazione/breakfast al ristorante, mi inventai un tipo di muffins autunnali a cui aggiungevo della polpa di cachi (che qui si chiamano persimmons). Insieme a quelli di zucca erano i muffins che andavano per la maggiore in questo periodo dell’anno,nonostante la vasta scelta che proponevamo. E allora! in onore alla preferenza di mio padre per questo frutto e combinando la sua maniera di consumarli, vi trascrivo la ricetta per i muffins al cachi che, sono sicura, sapranno sorprendervi…

MUFFINS AL CACHI   (12)

450 gr farina – 100 gr zucchero grezzo di canna – 220 gr di polpa di cachi – 2 cucchiaini di lievito per dolci – un pizzico di bicarbonato e uno di sale – 3 cucchiai di olio – 1 uovo – 1 cucchiaio di essenza di vaniglia – 70 gr noci tritate

Portate il forno a 200 gradi e mettete i pirottini di carta nella teglia muffins. Mescolate insieme farina, zucchero, lievito, sale e bicarbonato, in una terrina. In un contenitore diverso amalgamate la polpa di cachi, l’uovo, l’olio e la vaniglia. Unite il composto liquido al composto di farina e mescolate solo per qualche istante per inumidire il tutto, aggiungendo anche le noci tritate. Dividete poi il composto equamente nei 12 pirottini e infornate per 20/25 minuti. Fate sempre la prova spaghetto o stecchino per controllarne la cottura.

Perfetti per una colazione energetica e completa, come potete notare, esiste pochissimo grasso in questi muffins che li rendono adatti anche a chi è in regime di dieta.

Sostituendo alla polpa di cachi della polpa di zucca bollita o infornata, si ottengono altrettanti muffins golosi e salutari.

Annunci