Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La tradizione di una cena della Vigilia di Natale tutta a base di pesce è sempre stata mantenuta intatta nella nostra famiglia. Ancor più quando arrivando negli USA ho scoperto che la Vigilia di Natale si chiama anche la Festa dei 7 pesci, quando vengono servite sette pietanze a base di sette pesci diversi. Quelle che seguono sono ricette “rivisitate” della tradizionale cena del 24 Dicembre.

                      TRIS     DI     ANTIPASTI     MARINI

POLIPETTI ALLA LUCIANA  (4)

1 kg polipetti freschi e puliti – mezzo bicchiere d’olio – 15-20 pomodorini – 2 spicchi aglio – prezzemolo –  peperoncino

Mettete olio,aglio e peperoncino in una casseruola bassa e fate dorare,ma non scurire. Unite poi i pomodorini a metà e fate cuocere per qualche minuto. Aggiungete quindi i polipetti e fate cuocere per almeno 30-40 minuti. Attenzione a non aggiungere sale perchè i polipetti freschi rilasciano l’acqua di mare che dà il giusto apporto di sale alla pietanza. Servite su fette di limone tagliate sottili e con un giro dell’olio di cottura.

POLPETTINE SPADA E TONNO    (4)

300 gr pesce spada – 200 gr tonno fresco – 1 panino – 1 limone – 1 spicchio d’aglio – 1 uovo grande – sale – pepe – prezzemolo – farina – latte – olio per friggere

Tritate pesce spada e tonno della stessa consistenza della carne macinate per le polpette. Fate ammollare il panino in un po’ di latte e poi strizzatelo. Mettete il pane in una terrina, aggiungete il trito di pesce, l’uovo, il sale, il prezzemolo tritato, l’aglio tagliato finissimo, la scorza di limone grattugiata e il succo, il pepe, e poi cominciate ad amalgamare tutto (in caso di un impasto troppo liquido aggiungete un po’ di pan garttato; per contro, se l’impasto fosse troppo sodo aiutatevi con uno o due cucchiai di latte). Formate poi delle palline grandi poco più di una noce e infarinatele. Friggete in olio bollente e servite con fettine di limone.

TARTARE DI TONNO     (4)

1 cespo di indivia belga – 400 gr tonno freschissimo – erba cipollina – sale e pepe – scorza di arancia e limone grattugiate -8 cucchiai di succo di limone – 4 cucchiai di olio d’oliva

Questo è un piatto che raccomando SOLO se si trova il tonno fresco e se vi piacciono i sapori particolarissimi come il pesce crudo.

Pulire bene l’indivia senza far rompere le foglie e tenerle da parte. In una terrina mettete il tonno tritato grossolanamente, aggiungete l’erba cipollina tritata e le scorze grattugiate di un’arancia e di un limone. Condite poi con l’olio e il succo di limone e solo alla fine spolverate di sale e pepe. Amalgamate bene e poi suddividete il composto nelle barchette di indivia. A parte preparate un emulsione di olio,scorza di limone e acciughe, per decorare il piatto e che servirà anche da salsina per intingervi i bocconi.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

                          GNOCCHETTI ALL’ARAGOSTA E ASPARAGI

300 gr ricotta vaccina asciutta – 150 gr farina – 1 uovo – sale – 300 gr asparagi – Aragosta o Astice di almeno 700 gr –  2 spicchi d’aglio – 3 cucchiai di olio d’oliva – prezzemolo-vino bianco – sale e pepe – limone

Su un piano di lavoro mettete la farina e la ricotta e formate la fontana. Mettete al centro l’uovo e spolverate di sale e pepe. Amalgamate tutto e poi formate dei bastoncini dallo spessore come un mignolo dal quale taglierete gnocchetti di mezzo centimetro. Ponete su un piano infarinato in attesa. Portate a bollore ( con sale) una pentola e poi fatevi cuocere per qualche minuto l’aragosta. Togliete dall’acqua e fate raffreddare per un attimo. Con un grosso coltello (e con dei guanti protettivi , o con strofinacci da cucina) tagliate a metà il crostaceo con un colpo netto sulla schiena. Estraete le carni e mettete in attesa. In una larga padella mette olio e aglio e fate imbiondire quest’ultimo, aggiungete gli asparagi tagliati in diagonale e dopo qualche minuto le carni dell’aragosta. Bagnate con del buon vino bianco e, quando sarà evaporato, salate e pepate secondo il vostro gusto. Cuocete gli gnocchetti in abbondante acqua salata ( attenzione che non sono come quelli di patate e non salgono a galla quando sono pronti, prova assaggio oppure 7-8 minuti d’orologio), poi scolateli e uniteli alla padella con aragosta e asparagi. Fate saltare per qualche attimo e poi spegnate il fuoco. Unite a questo punto una bella tritata di prezzemolo e la scorza di un limone grattugiata.

(se non vi va di preparare questi gnocchetti di ricotta, fateli con le patate o comprateli già pronti ).

Tra un paio di giorni le ricette per i secondi piatti, il dolce e la frutta. A presto……

Advertisements