Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Una ricetta che, con qualche piccola variazione, ho trovato in quasi tutte le culture e tradizioni che ho avuto il piacere e il privilegio di conoscere finora. Vi trascrivo la ricetta delle frittelle di riso della nonna Maria, così come le ho gustate per anni e che ,ancora oggi, mi riportano con la mente e con il cuore agli anni dolci dell’infanzia e della prima adolescenza. Mi auguro che le provate perchè sono ottime…

FRITTELLE DI RISO

1 arancia – 1 limone – 1 cucchiaio di Vin Santo o di rum – 300 gr riso – 100 gr uva sultanina – 3/4 lt latte – 2 uova – 2 cucchiai di burro – 100 gr zucchero – 1 cucchiaio farina – sale – olio per friggere – zucchero a velo

Mettete l’uva sultanina a mollo nel Vin Santo o nel rum. In una pentola mettete il latte con un pizzico di sale e portate a bollore, poi unite il riso, mescolate e fate cuocere per circa 18 minuti, o finchè cotto. Spegnete il fuoco e fate raffreddare. Pulite e lavate bene l’arancia e il limone e grattugiatene le scorze finemente. Quando il riso è raffreddato unitevi le scorze grattugiate degli agrumi, 2 cucchiai di burro,2 tuorli d’uovo, lo zucchero e l’uvetta con il suo liquido. Mescolate bene. A parte montate a neve fermissima i bianchi d’uovo con un po’ di zucchero e poi incorporateli all’impasto di riso insieme con il cucchiaio di farina. In una pentola profonda portate a calore alto l’olio per friggere e con due cucchiai prendete del composto di riso e fatene fritteline che cuocerete nell’olio finchè saranno dorate. Scolatele e spolveratele di zucchero a velo, servendole calde o tiepide.

A volte succede che l’impasto sia un po’ più solido di altre volte. In questo caso, potete fare un “salame” dell’impasto e poi tagliarne fette da friggere e servire sempre spolverate di zucchero a velo.

Provate anche ad aggiungere cannella o cacao allo zucchero a velo…

Annunci