Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Donnalucata è un borgo marinaro in riva al Mediterraneo nella parte più a sud della Sicilia, con una latitudine che la colloca circa ad una trentina di km più a sud di Tunisi. Qualunque descrizione io possa dare di Donnalucata non sarà mai obiettiva poichè io ne sono totalmente innamorata, pur non essendoci nata, ma avendoci vissuto per una decina d’anni o poco più.I miei ricordi più belli e più tristi sono stati vissuti nelle sue stradine o sul suo lungomare, le persone migliori che io abbia mai incontrato vivono a Donnalucata, tutto quanto ho imparato nella mia vita di persona adulta è

accaduto in questo luogo magico che non ha nulla di particolare, ma che sa farti ritornare alle sue sponde ancora ed ancora, offrendoti sempre qualcosa di nuovo da scoprire e da vivere.

Una delle prime persone che ho incontrato quando mi sono trasferita in questo piccolo paradiso, è stata la signora Carmela che tutti chiamavano zia Minicchia. Zia Minicchia se ne è andata da poco tempo e fino a un paio di anni fa, nonostante la carta d’identità dicesse che gli anni erano 90, i suoi occhi erano ancora brillanti ed attenti e i suoi racconti parlavano di tempi andati e di grandi storie marinare. Mi piaceva molto ascoltarla perchè sapeva dire con una dovizia di particolari e con tanta attenzione alle sfumature di un racconto. Spesso, mi ritrovavo nella sua cucina o in cima alle scale dove c’era il forno per il pane e per le scacce e, tra una storia e l’altra, ho imparato tante ricette tipiche che parlano di pesce o di prodotti della terra.

Il dispiacere per la sua scomparsa si è un po’ affievolito e mi sento pronta per farle omaggio da queste riga con una ricetta che mi ha insegnato più di 30 anni fa: quei carciofi ripieni che non sono affatto una pietanza ma un pasto completo e che, ogni volta che li consumo, me la fanno risentire vicina, con la sua voce calma, le sue storie, la dolcezza che sapeva trasmettere a chi l’ascoltava.

CARCIOFI RIPIENI    ( 4 persone )

4 carciofi grandi o 8 piccoli – 200 gr salsiccia – 200 gr pangrattato – 100 gr parmigiano (o caciocavallo ragusano) – 3 spicchi aglio – una manciata prezzemolo tritato – sale e pepe – olio d’oliva – acqua

Spellate la salsiccia e fatela cuocere per qualche minuto in una padellina con un goccio d’olio, sgranandola con la forchetta. Mettetela poi in una terrina e unite l’aglio e il prezzemolo tritati, il formaggio e il pangrattato, il sale e il pepe, e qualche cucchiaio d’olio per amalgamare il tutto. Mettete in attesa. Nel frattempo puliote e lavate bene i carciofi, battendoli anche a testa in giù per farli aprire e per pulirli bene anche all’interno. Fateli scolare dell’acqua e poi salateli. Aprite le foglie a cominciare da quelle più esterne e mettete tra di esse un po’ del composto preparato fino ad esaurirlo tutto. Poi mettete i carciofi in piedi in una teglia (potete aiutarvi con sostegni di carta stagnola), irrorateli con olio d’oliva, aggiungete qualche bicchiere d’acqua e del sale e fate cuocere a fuoco moderato per almeno un’ora o finchè le foglie esterne non si stacchino facilmente e risultino morbide all’assaggio. Servite caldi o freddi, sono sempre ottimi… (la versione vegetariana omette la salsiccia ed è altrettanto buona!!)

%%%%%%%%%%%%  STUFFED ARTICHOKES  %%%%%%%%%%%%%

A homage to a lady ( Miss Carmela) that I met in Donnalucata when I first moved over there: her recipe for stuffed artichokes that still makes me hear her voice and her stories, every time I eat this dish.

STUFFED ARTICHOKES  ( 4 people)

4 big artichokes or 8 small – 1/2 lb sausage (mild) – 1/2 lb breadcrumbs – 1/4 lb grated parmesan – 3 cloves garlic minced – 2 tbsp minced parsley – 1/2 cup olive oil – salt and pepper

Take away the casing from the sausage and sauteè it with a little oil moving it around with a fork. Put it in a bowl, add garlic and parsley, cheese and bread crumbs, adjust salt and pepper and add 3/4 tbsp of olive oil to mix it all. Set aside. Clean and wash well the artichokes by discarding the outer leaves and beating the vegetable upside down on a surface to allow the leaves to spread open. Let it dry for a minute and then salt the inner part. Starting from the outer leaves place a little part of the mixture in between the leaves until it will be all gone. Place the artichokes standing up in a shallow pan, pour the rest of the oil on them and then add about a cup of water to the pan. Cook covered on medium heat for about one hour or until the outer leaves are tender to the bite ( the bottom part of the leaf). Serve hot or cold, they are always good… (the vegetarian version does not use the sausage and is still very good). 

Annunci