Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ho vissuto a Torino per qualche anno, da ragazza, ed è una città che mi è rimasta nel profondo del cuore. Mi piace pensarla come una dama elegante d’altri tempi che sa sempre stupire, qualunque abito indossi e sotto qualsiasi luce la si ammiri. I suoi viali,le piazze, le strade e i portici, tutti raccontano la Storia grande e quelle piccole quotidiane che ne sono i mattoncini e la malta.E’ bella, luminosa,dolce,misteriosa,accattivante,passionale e con una classe innata che la rende unica.Mi sono sempre detta che innamorarsi a Torino deve essere più facile che altrove, proprio in virtù di quella sua “bellezza” totale che coinvolge.

Ciò è confermato anche dalla ricchezza dei suoi piatti,dalla corposità dei vini piemontesi e dalla morbidezza dei dolci torinesi, a cominciare dal cioccolato gianduia.Uno dei miei locali preferiti di Torino si trova a Piazza San Carlo, il Gran Caffè Torino,dove ho avuto la possibilità di assaggiare dolci ineguagliabili per bontà e gusto. Qualche anno fa, ho provato una rivisitazione delle zeppole bignè che sposa la tradizione marzolina di San Giuseppe con la freschezza delle fragole e della panna. Come succede spesso, ho aggiunto qualcosa di mio e, a seguire, trovate la ricetta per un dolce che a me parla di Torino e dei miei ricordi e a voi  spero faccia giungere un’altra maniera di utilizzare la pàte a choux (pasta bignè).

ZEPPOLE BIGNE’ RIVISITATE (30)

Per le zeppole :750 gr farina – 800 gr acqua – 200 gr burro -1 cucchiaino sale – 1 cucchiaio zucchero – 14 uova  – sacca da pasticciere con becco a stella largo – mezzo litro panna montata – 200 gr fragole – lamelle di mandorle – zucchero a velo – vaniglia – carta forno

Mettete a bollire in una pentola l’acqua con il burro, il sale e lo zucchero e quando bollirà versatevi a fontana la farina lavorando energicamente con un cucchiaio di legno per incorporare il tutto che sarà cotto quando si stacca dalle pareti della pentola. Versate in una grande zuppiera e fate raffreddare. Quando il composto sarà freddo cominciate ad incorporare le uova – una alla volta – mescolando bene e non aggiungendo un’altra finchè la precedente non sia stata completamente assorbita nell’impasto. Dovrete avere un composto morbido ed appiccicoso  -ma non cadente – che metterete nella sacca da pasticciere. A questo punto foderate di carta forno la teglia e formate dei bignè facendo due giri di impasto su se stesso grandi poco più di una noce e ricoprendoli con lamelle di mandorle. Infornate poi a 150 ° per una ventina di minuti (senza aprire lo sportello del forno!) o finchè i bignè saranno gonfi e dorati. Togliete dal forno e fate raffreddare su una gratella che consente il passaggio di aria. Tagliateli poi a metà, riempiteli di panna montata e di fragole precedentemente aromatizzate con poco zucchero e essenza di vaniglia. Spolverate di zucchero a velo prima di servire.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

CREAM PUFFS  ( 30 )

3 cups flour – 3+1/2 cups water – 2 sticks butter – 1 tsp salt – 1 tbsp sugar – 14 eggs – 2 cups stiff peaks whipped cream – 1 pint sliced strawberries marinated in sugar and vanilla – slivered almonds – confectioners sugar – sac à poche (pastry bag)  with star tip

Bring to a boil water and butter with salt and sugar. When it will boil add all the flour and with a wooden spoon work the mixture very energically; it will be cooked when it starts to separate from the walls of the pot. Place in a bowl and let it cool.When the mixture is cool start adding the eggs, one at a time, without adding one if the previous egg has not been completely absorbed by the mix. The result should be a sticky mixture, soft but not falling apart, that will be placed in the pastry bag. Line the baking sheet with oven paper and form balls of pastry slightly bigger than a walnut on which to place some slivered almonds. Bake at 300°F for 20 minutes (without opening oven!) or until the pastries are golden and puffed. Let cool on wire rack and when cold cut in half and fill with whipped cream and sliced strawberries. Dust with confectioners sugar before serving.

Annunci