Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non credo esista altro vegetale che può essere impiegato in tantissime maniere in cucina, risultando sempre appetitoso e gustoso, come la melanzana. Con la pasta, a parmigiana o a cotoletta, arrosto o conservata sott’olio, talvolta nei pensieri, la melenzana è quasi come il pane o come le patate.

Per scrivere questa ricetta di oggi ho impiegato molto tempo, non perchè essa sia difficile ma perchè ho dovuto operare un percorso di elaborazione e guarigione prima di riuscire a cucinarne ancora e fare foto per scriverne e pubblicare le fasi della preparazione. La ragione è perchè papà adorava le frittelle di melenzane e ebbe a mangiarne anche durante l’ultimo giorno della sua vita su questa terra. Quindi è da allora che non ne preparavo e nè riuscivo a mangiarne, e il solo pensiero mi riportava a quella giornata tremenda.Ora va meglio…

Ecco allora la ricetta per le frittelle di melenzane come le preparava la mamma durante le estati della nostra vita….. Alla fine anche una rielaborazione che faccio da qualche anno e che trova consensi di gusto tra chi assaggia il prodotto finito.

Ingredienti per 4

2/3 melanzane medie – pane raffermo (una mezza baguette,per esempio) – 2 uova – 1 spicchio aglio – una ventina di foglie di basilico fresco – sale e pepe – 50 gr parmigiano grattugiato – 100 gr mozzarella asciutta – pane grattugiato

Lavate le melanzane e fatele a pezzi grandi da 3/4 cm, compresa la buccia. Cuocetele in acqua e sale per una decina di minuti,poi scolatele e mettetele in frigo a perdere acqua per almeno 48 ore. (se non avete tempo, condite con un po’ d’olio i pezzi di melanzana e infornate per una mezz’ora e poi fate raffreddare e usate subito).Ammollate il pane in acqua o latte e poi strizzatelo bene e mettetete in una terrina aggiungendo le melanzane a pezzi, le uova, il sale  e pepe, il parmigiano, aglio e basilico tritati, e la mozzarella tritata. Amalgamate bene il tutto (se il composto fosse troppo molle aiutatevi con qualche cucchiaio di pangrattato per rassodarlo). Formate poi delle polpette schiacciate che passerete nel pangrattato prima di friggerle.Fate riposare per qualche momento su carta assorbente da cucina e salatele. Servite calde o fredde, a vostro piacere, con una insalatina di pomodori o con peperoni arrosto.

Provate anche a fare a pezzetti una melenzana, un peperone, una cipolla dolce, uno zucchino e qualche pomodoro, poi conditeli con sale e pepe e un filo d’olio d’oliva e infornate per una mezz’ora. Poi raffreddate e eseguite delle frittelle come descritto sopra. Una variazione che sposa tutti i colori e i sapori dell’estate……..

Annunci