Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Confesso che è un po’ difficile scrivere di sole, mare, vacanze, caldo, e pietanze estive, quando fuori piove letteralmente a secchiate con lampi-tuoni e fulmini da gran tempesta tropicale e tutto ciò su cui posso contare sono i ricordi dell’estate italiana con nonni,zii e cugini. Ma lo spirito di questo blog è anche questo, avvicinare ricordi e ricette anche quando queste ultime vengono rielaborate per esigenze di una vita più salutare, scartando i grandi pranzi gonfiati da calorie e grassi. Allora!… 5 ricette e un dolce che vi possano aiutare sia a godervi la giornata di riposo che a preparare e presentare un pranzo di Ferragosto di gusto e con diversi profumi…

TIMBALLINI ALICI con caponatina

750 gr alici – 1 melenzana – 1 zucchino – 1 cipollina- 1 gambo sedano – 1 cucchiaio di olive denocciolate e capperi – 2 cucchiai aceto e 1 di zucchero – pangrattato – olio d’oliva – sale e pepe – 1 limone – aglio

Per prima cosa diliscate (aperte a libro) e lavate le alici lasciandole poi a scolare per qualche minuto. Mettetele poi in un piatto e conditele con succo di limone e scorza grattugiata, un po’ di sale e pepe, e lasciate marinare per qualche ora. Nel frattempo preparate la caponatina facendo a pezzetti da 1 cm  sedano,cipolla, melenzana e zucchino e mettendoli a rosolare in padella con un po’ di aglio e olio d’oliva. Quando saranno morbidi (circa 10 minuti) aggiungere olive e capperi e poi regolare di sale e pepe, unendo anche l’aceto e lo zucchero pochi minuti prima di togliere dal fuoco.Fate raffreddare. Oliate le formine dei timballini e spolveratele di pangrattato. Usate le alici per foderare le pareti dei timballini e il fondo. Riempite con la caponatina di verdure e poi chiudete con altre alici. In forno a 200 gradi per 10 minuti. Servire caldi o freddi, sono ottimi comunque e sanno aspettare anche 12 ore per essere consumati ( piatto che si può preparare in precedenza).

COUS COUS cozze e patate  (4)

1 kg cozze – 2 patate – 250 gr cous cous – 3 spicchi aglio – prezzemolo – olio d’oliva – peperoncino – sale e pepe – vino bianco –

Pulite benissimo le cozze. Mettete in una pentola 2/3 cucchiai di olio e un paio di spicchi d’aglio e quando questi cominciano ad imbiondire unire il peperoncino e le cozze.Coprite e fate cuocere finchè tutte le cozze si siano aperte (scartate quelle chiuse). Togliete le cozze dalle conchiglie e riservate il liquido di cottura filtrandolo. Sbucciate le patate e fatele a cubetti. In un pentolino mettete un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio e poi unite le patate, qualche cucchiaio del liquido delle cozze e 1 o 2 di vino bianco. Fate cuocere finchè le patate siano tenere e poi aggiungete le cozze e il prezzemolo tritato e spegnete il fuoco. Preparate il cous cous secondo istruzioni, utilizzando però – al posto dell’acqua – il restante liquido delle cozze e il vino bianco. Con il coppapasta date una forma al cous cous e poi unite intorno il ragù di cozze e patate.

INVOLTINI  MELANZANE  (4)

2 melanzane – 2 etti prosciutto crudo –  2 mozzarelle di bufala – 100 gr pesto – basilico

Lavate bene le melanzane e fatele a fette longitudinali sottili che arrostirete sulla brace o sotto il grill del forno. Fatele raffreddare, poi spalmatele con il pesto, adagiate una fetta di prosciutto per ciascuna fetta di melanzana, e un bel pezzo di mozzarella di bufala. Chiudete ad involtino, decoratele con basilico, sale e pepe e uno spruzzo di olio d’oliva.

INSALATA ANGURIA E GAMBERI

mezzo chilo anguria – 100 gr formaggio feta – basilico – 100 gr olive nere denocciolate – mezzo chilo gamberi (peso già sgusciati) – sale, pepe, olio d’oliva – 1 cucchiaio aceto balsamico mescolato con 1 cucchiaio di miele

Salate e pepate i gamberi a fateli cuocere sotto il grill del forno per 7 – 10 minuti max. Fateli raffreddare. Tagliate a pezzetti l’anguria e le olive poi unite i gamberi, il basilico tritato e condite tutto con sale,pepe e balsamico e miele mescolati bene. Decorate con formaggio feta e servite.

PETTI POLLO AL LIMONE (4)

4 petti pollo con ossa e pelle – 4 limoni – 7 spicchi aglio – 1 bicchiere vino bianco – 1 cucchiaio timo, 1 rosmarino – sale e pepe – olio oliva

Lavate e asciugate i petti di pollo e poi adagiateli in una teglia da forno con la pelle rivolta in alto.. In un pentolino mettete mezzo bicchiere d’olio d’oliva, unite i 7 (anche di più) spicchi d’aglio tritati – fidatevi!!! – , il succo e la scorza tritata di 2 limoni, le erbe tritate  e il vino bianco. Fate cuocere per 5-6 minuti, dopodichè rovesciate tutto sui petti di pollo spolverando poi di sale e pepe e unendo 2 limoni a fette. Cuocete in forno a 180 gradi per 40 minuti.

TORTA LIMONE E RICOTTA

1 cucchiaio di burro sciolto – 170 gr mandorle finemente tritate – 60 gr farina – 170 gr burro – 200 gr zucchero – 4 uova, separate – 200 gr ricotta – succo e scorza grattugiata di 3 limoni – zucchero a velo

Portate il forno a 170 gradi e con il burro sciolto ricoprite fondo e pareti di una teglia rotonda da 18 cm. Mescolate mandorle tritate e farina. In una terrina sbattete zucchero e burro finchè il composto sia cremoso. Aggiungete i tuorli delle uova e mescolate benissimo. Unite poi la ricotta e il succo e le scorze grattugiate dei limoni. Mescolate bene. Aggiungete infine , a poco a poco, la mistura di farina. Sbattete i bianchi d’uovo a neve fino a renderli molto consistenti e poi uniteli all’impasto dal basso verso l’alto.  Mettete l’impasto nella teglia preparata e infornate per 45 minuti finchè il dolce sia dorato ma ancora un po’ morbido al centro. Lasciatelo raffreddare per qualche ora ( potete prepararlo il giorno prima) e poi servitelo spolverizzato di zucchero a velo. Trovo che un’aggiunta di limoncello ( un bicchierino) nell’impasto ne esalti il gusto e l’aroma…..

Buon Ferragosto …

 

Annunci