Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nel disordine del tempo,aspettando il nulla appesa a una emozione, ho buttato dentro a un sacco, alla rinfusa, sensazioni e sentimenti, rabbia ed impotenza, paura e desiderio di capire.

Parto. Prima di diventare polvere nel vento, prima che lo diventino i miei sogni, prima di disfarmi totalmente. Parto. Come un sughero che crede d’essere un veliero e lascia scie di sogni al suo passaggio. Parto con le vele intessute dai ricordi e a sospingerle il vento dei sospiri racchiusi dentro i muri. Parto verso arcipelaghi di dubbi…sul mare scuro delle isole dimenticate… verso l’arsura dell’amore disperato…

Chi sono stata, chi sarò… neppure la mia Orsa lo sa dire… e il cuore unisce con un tratto stella a stella per decidere una rotta. Mi volto e vedo accanto quel profilo che ancora mi sorride e mi fa donna dentro il sonno…ancora si distende come ponte sulle acque tumultuose per permettermi il passaggio. Era il mio percorso? era il ciglio per saltare nell’eternità?

 L’ho amato di sole , di vino, di mare e di vento. L’ho amato sotto tutti i cieli e dentro ogni respiro… ora lo ritrovo solo nelle stelle… quelle nostre stelle testimoni di grandezza senza suoni… nelle stelle che indossano l’argento del mio pianto…

***************************************

ZIMTSTERNE   –   STELLE ALLA CANNELLA     (25)

250 gr farina di mandorle – 100 gr zucchero  – 40 gr albumi ( 1 albume) – 2 cucchiaini di cannella – un pizzico di zenzero in polvere e un pizzico di chiodi di garofano in polvere – 1/2 cucchiaio di succo di limone e 1/2 cucchiaio di vaniglia – un pizzico di sale……….Per la glassa : 1 albume – il doppio peso di zucchero del peso dell’albume – qualche goccia di succo di limone

Mescolate tra loro la farina di mandorle e le spezie e mettete in attesa. Nella planetaria mettete l’ albume a temperatura ambiente con un pizzico di sale e cominciate a montare aggiungendo anche il 1/2 cucchiaio di succo di limone. Dopo qualche minuto unite lo zucchero e la vaniglia e montate a neve fermissima ottenendo la pasta di meringa. Unitela pian piano alla farina speziata regolandovi al tocco per ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso, anche se dovete non utilizzare tutta la meringa. A questo punto mettete il composto in pellicola e in frigo per almeno 30-40 minuti. Dopodiche spolverate una superficie con zucchero a velo e stendete il composto fino ad uno spessore di 4-5 mm. Con le formine a stella ricavate i biscotti che metterete su carta forno in una teglia. Infornate a 150 gradi per almeno 15 minuti. Attenzione alla temperatura perchè la meringa non sopporta alte gradazioni. Raffreddate i biscotti su una griglia mentre preparate la glassa montando a neve l’ultimo albume con il doppio del suo peso in zucchero e con il cucchiaino di succo di limone che renderà la glassa lucida. Decorate i biscotti con una spatola ricoprendoli di glassa e fateli poi asciugare completamente prima di assaggiarli.

piccola nota: se la glassa risultasse troppo liquida aggiungete un poco di zucchero o qualche goccia di succo di limone nel caso opposto.

Annunci