Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Siedo sotto una quercia incantata ad incontrare il tuo pensiero

mentre la notte giunge a vestirmi l’anima di mistero.

Oltre i rami sorgono i desideri a scavalcare geografie ed acque scure

per correre a posarsi dentro i tuoi ricordi.

Non importa quanto tu sia lontano

o il sasso che il mondo ha posto al nostro andare:

ti bacerò, quando il velo del sonno riposerà i tuoi occhi anelati

e ti guiderò nel nostro giardino magico

dove la poesia scritta dai nostri corpi ha l’armonia del sogno e

la perfezione dell’eternità.

Ricamerò, con fili invisibili ,

le parole del mio cuore sopra al tuo

e trasformerò il più impossibile dei sogni nella gloria del tuo tocco.

Avrei voluto essere scavata come terra

per accogliere le tue radici e ridarti fiori da donare al mondo.

Mi hai dato di più.

Mi hai dato pensieri e sogni che mi legano a te.

Emozioni,

che la gente chiama amore

e che io chiamo con il tuo nome.

( Capri, 1985)

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

SACCOTTINI CON GAMBERONI     ( 4 )

20 gamberoni –  1 spicchio aglio – 1/2  bicchiere vino bianco – 3 cucchiai olio d’oliva – 1 limone – sale e pepe – 1 confezione di pasta fillo – 50 gr burro disciolto – 20 steli di erba cipollina – 100 gr miele – 1 arancia – 1 lattina di olio per frittura – lattuga per decorazione

Sgusciate i gamberoni e teneteli in acqua e sale per una mezz’ora. Preparate una marinata con il vino bianco, la scorza grattugiata e il succo del limone, sale e pepe, i 3 cucchiai di olio e lo spicchio d’aglio tritato o spremuto. Immergetevi i gamberoni e mescolate affinchè ciascun crostaceo sia ricoperto della marinata. Fate riposare (anche in frigo) per almeno un paio d’ore. Stendete la pasta fillo (tutti i fogli) e ricavatene 20 quadrati e su ciascun foglio spennellate del burro fuso (usate almeno 5 strati per ciascun quadrato). Asciugate poi i gamberoni e ponetene uno per ciascun quadrato di pasta fillo. Chiudete a fagottino e fermate con uno stelo di erba cipollina ( o con refe da cucina). Friggete in abbondante olio ( in friggitrice o in pentola alta) per qualche minuto, finchè i fagottini siano dorati come da foto. Servite caldi, posati su foglie di lattuga e accompagnati da una salsina di miele e succo d’arancia.

( La foto iniziale proviene dal web: Marc Chagall, Innamorati)

Annunci