Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tu sei per la mia mente,come cibo per la vita.

Come le piogge di primavera,sono per la terra.

E per goderti in pace,combatto la stessa guerra

che conduce un avaro,per accumular ricchezza.

Prima, orgoglioso di possedere e, subito dopo,

roso dal dubbio, che il tempo gli scippi il tesoro.

Prima, voglioso di restare solo con te,

poi, orgoglioso che il mondo veda il mio piacere.

Talvolta, sazio di banchettare del tuo sguardo

subito dopo affamato di una tua occhiata.

Non possiedo, nè perseguo alcun piacere

se non ciò che ho da te, o da te io posso avere.

Così ogni giorno, soffro di fame e sazietà,

di tutto ghiotto, e d’ogni cosa privo.

( William Shakespeare )

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

RAVIOLI DI MARE     ( 4 )

Per la pasta : 600 gr farina – 5 uova – un pizzico sale

Per il ripieno : 2 triglie – 750 gr tra cozze,vongole e cannolicchi – 200 gr gamberi sgusciati – sale – olio d’oliva – aglio – prezzemolo

Per la salsa : Olio d’oliva – aglio e peperoncino – prezzemolo

Fate la fontana con la farina e rompetevi le uova spolverando con un pizzico di sale. Impastate per ottenere una pasta morbida ed elastica che farete riposare per almeno un’ora.

Nel frattempo mettete le triglie nel congelatore per una mezz’ora, così facendo vi risulterà più facile sfilettarle e scartare le grosse spine che questi pesci hanno. Mettete in una padella olio e aglio a piacere e quando l’aglio è biondo versatevi i frutti di mare e fateli aprire coperti. Riservate e filtrate il liquido di cottura per poi cuocervi i filetti di triglia e i gamberi. Frullate i filetti e la metà dei gamberi e poi amalgamatevi il resto dei gamberi a pezzetti e i frutti di mare sgusciati, ottenendo un composto morbido con cui riempirete i ravioli , ottenuti dopo aver steso bene la pasta riposata.

In un padellone mettete olio, aglio e peperoncino e fate imbiondire nel frattempo che cuocerete i ravioli in acqua salata finchè essi torneranno a galla. Versateli nel padellone e fateli saltare, servendo poi con prezzemolo tritato e qualche fiocco di sale marino.

Annunci