Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rufus5Rufus è un Bracco di Weimer che ha trascorso i primi 7 anni della sua vita in totale solitudine, vedendo chi lo aveva adottato solo la mattina e la sera per rifornirgli la scodella di cibo e di acqua. Quando la mia amica Melanie lo ha adottato, Rufus ha scoperto che cosa significa avere una famiglia e fare il cane. Ha imparato a camminare al guinzaglio, a scoprire il mondo esterno durante le passeggiate, a controllare la pipi-mail degli altri cani, a vivere una vita normale.

Quasi tutti gli animali hanno occhi dolci e sanno produrre espressioni accattivanti per vincere il cuore degli umani. Ma Rufus è speciale: quando ti vede ti passa sotto le gambe per dirti che gli piaci e che gradirebbe un biscottino.E’ diventato il beniamino di tutto il vicinato e la gente che non conosce , o non ricorda, il nome della mia amica si riferisce a lei chiamandola la “mamma” di Rufus! non c’è bambino, adulto o anziano che non si fermi a fargli una carezza e con cui lui non si fermi a scodinzolare per mostrare il proprio apprezzamento di coccole e dolcezza. E’ la creatura più dolce, amabile e meravigliosa che io abbia mai incontrato e perfino i miei 13 gatti sono diventati suoi amici!

Lo scorso Novembre, durante una visita medica di routine, a Rufus è stato diagnosticato un cancro alla milza. Nei trascorsi due mesi abbiamo regalato a Rufus momenti di grande felicità, lasciandogli mangiare quanto voleva e viziandolo al massimo. Ieri mattina Rufus è andato al ponte dell’Arcobaleno ad aspettarci tutti, finalmente libero di correre senza soffrire. Qui con noi lascia un vuoto assordante per un essere che non faceva rumore e la cui delicatezza strideva con la sua mole. Rimangono i suoi occhioni teneri nelle foto, la dolcezza dei suoi passi sull’erba, e sicuramente, la profondità dell’amore che la sua anima buona ha saputo seminare intorno a sè.

Asciugatura di occhi e ricetta!………………….

**********************************************************

LA PASTA SFOGLIA

pasta sfoglia

Ricetta Base:

1 kg di farina – 1 kg di burro – 450 gr acqua – 1 cucchiaino sale

Portate il burro a temperatura leggermente più fresca di quella dell’ambiente in cui lavorate. Confesso che una volta facevo tutto a mano ma che, da qualche tempo, non disdegno l’aiuto delle macchinette da cucina. Per cui, mettete la farina, il sale e l’acqua in un mixer e impastate finchè gli ingredienti non si siano amalgamati per bene tra loro. Chiudete questo panetto in pellicola e fate riposare in frigo per almeno 30 minuti. Nel frettempo preparate la macchina per pasta che vi aiuterà a “passare” la sfoglia.

Con il mattarello stendete il panetto di pasta fino ad uno spessore di un dito. Battete con il dorso della mano il burro così da farlo appiattire e prendere più o meno la stessa forma del panetto. Appoggiate il burro sul panetto e chiudete i quattro angoli della pasta al di sopra del burro. Fate passare una prima volta nella macchina della pasta con uno spessore di mezzo dito. Poi ripiegate la sfoglia su se stessa con tre pieghe ( come da foto) e ripassate alla macchina.Ripiegate in 4 e passate alla macchina. Mettete in frigo per 30 minuti. Ripetete l’operazione di piegatura e passaggio alla macchina ( o con il mattarello) per altre 3 volte (una volta a 3 e una volta a 4 pieghe). Fate riposare in frigo fino al momento di usare la pasta sfoglia.

La sfoglia si usa sia nei dolci che nel salato. Una volta ottenuti i cannoli o i cornetti lasciate spazio alla fantasia per la loro farcitura. Io mi limito a darvi la ricetta classica dei cannoli (o cornetti) farciti alla crema pasticciera o alla panna e spolverati poi di pistacchi tritati, o codette di cioccolato, e zucchero a velo.

cannoli crema cannoli crema2Comperate i cannelli di acciaio che vi aiuteranno a formare i cannoli. Stendete la pasta sfoglia allo spessore di 2/3 mm e poi tagliatene delle strisce che ungerete con un poco di burro fuso. Arrotolate le strisce di sfoglia intorno al cannello, spennellate di latte, e poi infornate a 180° fino a che i cannoli saranno belli dorati. Fate raffreddare su una gratella e poi farcite di crema o panna. Stessa cosa per i cornetti di sfoglia:

cornetti sfoglia
cornetti senza formaCome potete osservare dall’ultima foto, in caso non aveste i cannelli o i cornetti in acciaio basta crearne con la carta forno e un poco di pazienza.

Annunci